Ci va o non ci va? Come funzionano i cassonetti della differenziata a Berlino e in Germania

Un’interessante guida sulla raccolta differenziata a Berlino e in Germania

Quante volte, che fosse in Italia o in Germania, vi siete trovati di fronte ai bidoni dell’immondizia senza sapere dove andasse ciò che avevate in mano? Capita, purtroppo, di gettare rifiuti in un contenitore pur non essendo certi che sia quello giusto. Ci sono errori molto comuni a cui si può ovviare informandosi meglio sui materiali di certi oggetti e sulle regole della differenziata. Ecco un’utile guida su come funziona a Berlino e in Germania.

Gli errori più comuni

Ci sono materiali che traggono in inganno e finiscono troppo spesso nel contenitore sbagliato. La carta da forno, gli scontrini e la carta da regalo, per esempio, non vanno gettati nel bidone della carta, ma nell’indifferenziato. Anche col cartone per la pizza occorre fare attenzione. Nel caso in cui sia macchiato di cibo deve andare nell’indifferenziato, mentre se è pulito va nella carta. Anche fazzoletti, carta da cucina e tovaglioli usati non possono essere riciclati, quindi, come i cartoni delle pizze sporchi, vanno nell’indifferenziato. Per il vetro è importante fare attenzione al colore. In Germania ci sono contenitori diversi per il vetro bianco, verde e marrone. Cosa si fa nel caso in cui il vetro sia di un altro colore, per esempio blu? Il vetro di un colore diverso dai tre deve andare nel verde. Occorre, inoltre, ricordarsi che questo vale solo per il vetro usato per contenere cibo, bevande, medicine e cosmetici. Specchi, cristallo, bicchieri rotti e vetro di finestre non vanno gettati nel vetro. I tappi dei barattoli vanno nella plastica, ma se sono in sughero nell’indifferenziato.

Cosa va dove

Nel contenitore per la raccolta multimateriale, di colore giallo, vanno gettati plastica, alluminio e latta ma anche tetra pak, capsule del caffè, polistirolo e tappi di barattoli. Nella carta, ovvero nel contenitore blu, si gettano carta, cartone e anche le riviste con copertina lucida. Tra i rifiuti organici, il cui bidone è di colore marrone, vanno resti di cibo, rami, foglie, fiori ma anche cialde di caffè e bustine di tè. Nell’indifferenziato (bidone nero) si getta tutto ciò che non è differenziabile, per esempio foto, elastici e mozziconi di sigarette.

Multe per chi disperde rifiuti nell’ambiente

In Germania sono previste delle multe per chi disperde rifiuti nell’ambiente, il cui ammontare varia in base alla grandezza e ai materiali degli oggetti. Per stoviglie di carta, fazzoletti, pacchetti di sigarette, contenuto di un posacenere, bucce di banane e liquidi fino a mezzo litro (per esempio detersivi) le multe vanno da 10 a 25 euro, da 25 a 80 euro per chi disperde stoviglie, pentole, vestiti e liquidi tra 0,5l e un litro. Per radio, sedie, cesti, cassette si pagano da 50 a 150 euro, per frigoriferi, lavatrici, vasche da bagno, mobili da 100 a 300 euro, per più di cinque pneumatici da 200 a 510 euro. Per una bici la multa va da 20 a 80 euro e per un’auto da 100 a 1500 euro.

Leggi anche: Quel successo del vuoto a rendere (Pfand) in Germania che in Italia rimpiangiamo


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © bluebudgie, CC0

Leave a Reply