Cosa pensa il bisnipote di Hitler di Angela Merkel

Hitler, CC0

Il bisnipote di Hitler apprezza l’operato di Angela Merkel.

Si chiama Alexander, il suo secondo nome è Adolf. Ha 68 anni e conduce una vita insospettabile negli Stati Uniti. È il bisnipote di Hitler. Un reporter della Bild lo ha raggiunto nella sua residenza di Long Islad per sottoporgli domande sull’attuale situazione politica di Germania e USA. Alexander, così, ha espresso il suo apprezzamento per la Cancelliera, mentre si è detto «turbato» dalla strategia di governo di Donald Trump.

Chi è Alexander, il bisnipote di Hitler

William Patrick, il padre di Alexander, era il nipote meno apprezzato dal Führer. Nel 1930 si trasferì negli Stati Uniti insieme alla moglie Phyllis. Nel Nuovo Mondo mutò il suo cognome in Hiller e diede inzio a una vita in completo anonimato. Anche se i figli, di cui Alexander è il primogenito, hanno ripreso il cognome originale, per più di settant’anni nessuno è stato a conoscenza dei legami di parentela della famiglia con il leader nazista. La situazione cambiò nel 2006, quando due giornasti del New York Times si presentarono alla porta dell’abitazione di Alexander che, però, si rifiutò di rilasciare qualsiasi dichiarazione. Oggi il bisnipote di Hitler ha 68 anni e, al contrario di quanto successo in passato, ha risposto alle domande di un reporter della Bild sull’attuale situazione politica di Stati Uniti e Germania.

Le risposte di Alexander, il bisnipote di Hitler

Timo Lokoschat, il giornalista che è riuscito a intervistare Alexander Hitler, ha preferito evitare di parlare dei fatti del passato. Ha spiegato la sua scelta dichiarandosi consapevole che si trattava di un argomento troppo delicato, a cui l’uomo probabilmente non avrebbe risposto. Le domande, infatti, hanno riguardato l’operato degli odierni capi di stato di Germania e Stati Uniti. Le affermazioni di Alexander si schierano decisamente a favore del primo.:«La cancelliera Merkel? Mi piace, sembra una persona intelligente e capace». Il 68enne riserva a Trump, invece, parole severe: «l’ultima persona di cui si può pensare che io abbia ammirazione è Trump. Mi disturba il suo modo di fare. E semplicemente a me non piacciono i bugiardi».

Leggi anche: 20 fatti su Hitler che comprovano quanto fosse una persona instabile

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Hitler, CC0

 

Leave a Reply