La casa di Berlino attraversata ogni giorno dalla metropolitana. Succedeva già così nel 1926

In un punto particolare della città la metro di Berlino passa attraverso le case.

C’è una linea della metro di Berlino (U-Bahn) che da più di cento anni passa all’interno di un palazzo abitativo. Parliamo della linea U1/U3 (che nonostante il doppio nome, è unica) che da più di 90 anni passa attraverso un palazzo sulla Dennewitzstraße, zona Schöneberg di Berlino. Il tratto interessato è quello tra Gleisdreieck e Kurfürstenstraße. La costruzione, inaugurata nel 1993, di fatto “cita” un altro tunnel attraverso un palazzo che per decenni passò lì vicino, una costruzione che nel 1926, anno della sua inaugurazione, divenne una delle attrazioni cittadina, l’allora celebre Durchbrochenes Haus.

La Durchbrochenes Haus

La Durchbrochenes Haus si trovava all’angolo tra quelli che oggi sono Bülowstraße  il parco Nelly-Sachs-Park. L’inaugurazione, come detto, risale al 1926, ma la struttura originale fu distrutta da una bomba durante la Seconda Guerra Mondiale. In più, dopo la divisione tra Berlino Ovest ed Est, la linea non fu più utilizzata. Sta di fatto, che la vita dei residenti non doveva essere particolarmente calma e silenziosa, considerando anche che il progresso non aveva ancora portato a soluzioni di insonorizzazione che potremmo avere ai giorni nostri.

Il viadotto ai giorni nostri

Il nuovo viadotto all’interno di un palazzo è stato inaugurato come detto nel 1993. La struttura è decisamente diversa da quella storica di inizio Novecento: più moderna e fortunatamente insonorizzata. Se si chiede ai residenti come si stia a vivere “nella metropolitana”, è prevedibile che rispondano evadendo la domanda e dicendo che è interessante vedere tante persone incuriosite, alla ricerca della metropolitana nel condominio.  Ogni giorno attraverso il tunnel passano circa 444 convogli.

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © non identificato. Fonte.

Leave a Reply