In Germania ci si chiede se sia giusto poter tornare a sparare ai lupi

In Germania gli attacchi dei lupi al bestiame stanno diventando un problema

Dopo un lungo periodo in cui i lupi non erano più presenti in Germania, recentemente il loro numero è aumentato e di conseguenza sono aumentati anche gli attacchi al bestiame. Si è così aperto un dibattito tra contadini e ambientalisti: i primi vorrebbero essere autorizzati ad intervenire in difesa del proprio bestiame sparando ai lupi che tentano di attaccarlo, mentre gli ambientalisti si preoccupano di difendere le specie a rischio. Le regole stabilite a livello europeo risolvono la questione, ma i contadini rivendicano il diritto di proteggere il proprio bestiame.

La presenza dei lupi in Germania nel corso del tempo

Più di un secolo fa i lupi erano molto diffusi in Germania e fu a causa della caccia che divennero una specie a rischio di estinzione. Ci sono villaggi e cittadine che ancora oggi conservano la parola “lupo” nel loro nome, a testimoniare quanto questi animali fossero diffusi in passato. È stato intorno al 1850 che il numero dei lupi si ridusse drasticamente, a causa della caccia che li aveva decimati. Negli anni della divisione della Germania, la Repubblica Federale Tedesca considerava i lupi una specie protetta, mentre la Repubblica Democratica Tedesca ne consentiva la caccia su tutto il suo territorio, e così fu fino alla riunificazione, avvenuta nel 1990. Fu grazie alla protezione garantita a questa specie dalla Repubblica Federale Tedesca che i lupi poterono tornare a diffondersi in Germania. Recentemente, infatti, il numero di lupi presenti nel paese è aumentato e la maggior parte di essi si trova nella Germania orientale, al confine con la Polonia.

La discussione aperta tra contadini e ambientalisti

A riconferma del sempre maggior numero di lupi presenti in Germania rispetto al passato, negli ultimi anni gli attacchi dei lupi al bestiame sono decisamente aumentati, tanto che se ne sono contati 472 nel 2017, ossia il 66% in più rispetto al 2016. Questi dati hanno fatto sì che ci si domandasse come risolvere la situazione. Si è quindi aperto un dibattito che vede da una parte i contadini, interessati a proteggere il proprio bestiame e limitare il più possibile l’azione dei lupi, e dall’altra gli ambientalisti, preoccupati di proteggere le specie a rischio. Molti contadini vorrebbero poter sparare ai lupi per fermare gli attacchi al proprio bestiame, e in questo hanno trovato anche l’appoggio di alcuni partiti politici. Attualmente, però, le leggi UE vietano l’uccisione dei lupi, salvo particolari eccezioni (ad esempio nei casi in cui un lupo stia mettendo a rischio la vita di una persona). Sempre a livello europeo è stata anche prevista la possibilità per i contadini di ricevere un indennizzo statale nel caso in cui il loro bestiame fosse stato attaccato e ucciso da una specie protetta.

Leggi anche: Un circo tedesco ha sostituito gli animali con ologrammi di elefanti, cavalli e pesci


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © Photo by Philippe Montes on Unsplash

Leave a Reply