Speicherstadt, la storia dello splendido quartiere di Amburgo patrimonio Unesco

Amburgo, liggraphy, https://pixabay.com/it/photos/hamburg-speicherstadt-canale-case-3846525/, CC0

L’Unesco ha inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità Speicherstadt, uno dei “quartieri” più caratteristici di Amburgo

Lo Speicherstadt ad Amburgo è il più grande complesso di magazzini al mondo: ne conta più di 17 lungo i canali del centro e vicino al porto. Nel 2015 è diventato ufficialmente patrimonio dell’umanità Unesco. Un tempo deposito di merci di vario tipo, oggi è uno dei punti di maggiore interesse per i turisti che visitano la città.

View this post on Instagram

"If people are going to judge me without fully understanding the content of my character, then their opinion just isn't worth it." – Jazz Jennings • • • • • #hamburg #speicherstadt #hamburg_de #igershamburg #hamburgahoi #raw_germany #ig_deutschland #ig_europa #365_tage_hafenliebe #cityscape #skyline #deutschland_greatshots #topgermanyphoto #lifeofgermany #beautifuldestinations #wonderfuldestinations #batpixs_germany #lifeofgermany #europe_gallery #way2ill #sunset #lensbible #justgoshoot #visualambassadors #moodygrams #sonyalpha #sonyalphasclub #theweekononstagram #ig_color #agameoftones —————————————————————————- 📷 Sony alpha 7ii | Sigma 35 mm | f / 8,0 | ISO 100 | 1/100 s

A post shared by Witti Phan (@_witti) on

Oltre un secolo di storia per una delle nuove entrate nella lista dei patrimoni mondiali Unesco

La storia di Speicherstadt risale al 1883:. La decisione di costruirli era stata poco prima,  nel 1881, anno in cui Amburgo – all’epoca città stato-  redasse un contratto doganale con l’Impero Tedesco. La zona del porto all’epoca era l’unico luogo esente da tasse, costruire magazzini in quell’area significa esentarli dall’obbligo di gravare delle imposte imperiali i prodotti contenuti al loro interno. I lavori di realizzazione, guidati dall’ingegnere Andreas Meyer, si protrassero fino al 1927, con una pausa durante la Prima Guerra Mondiale. Durante la Seconda Guerra Mondiale la città fu bombardata. Gran parte della struttura fu distrutta e ricostruita solo nel 1967.

Speicherstadt oggi: perché visitarlo?

L’area di Speicherstadt oggigiorno è un misto delle vecchie costruzioni sorrette da palafitte in legno di quercia con la parte superiore in laterizio rosso e decorati in stile neo-gotico e nuovi palazzi ad uso abitativo. L’area fa parte del quartiere HafenCity (Città del porto), una delle zone più affascinanti da visitare durante un soggiorno ad Amburgo. Da zona di magazzini Speicherstadt è diventato anche altro. Alcuni dei suoi vecchi edifici contengono ora infatti diversi musei ed esposizioni. Tra questi  l’Hamburg Dungeon, museo interattivo che racconta la storia della città, il Miniatur Wunderland, il più grande plastico in miniatura al mondo e il Deutsches Zollmuseum, Museo tedesco delle dogane. Come scrive la testata online Hamburg.de, Speicherstadt è stato scelto dalla commissione del Patrimonio mondiale dell’Unesco poiché considerato come “un eccezionale esempio” di complesso di edifici che “illustra tappe significative della storia dell’uomo”.  È diventato così il primo sito della città di Amburgo ad accedere alla lista dei patrimoni mondiali dell’Unesco.

Leggi anche: 5 ragioni per visitare “l’avventuroso” Museo Marittimo di Amburgo

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Amburgo, © liggraphy, CC0

Leave a Reply