Auto esplosa a Berlino: probabile l’omicidio legato alla criminalità organizzata

Sembra si possa ormai escludere l’ipotesi di attentato terroristico per la terribile esplosione avvenuta stamattina intorno alle 7.50 a Berlino, in zona Charlottenburg, che ha causato la morte del conducente del veicolo, una Passat grigio-metallizzata. Come comunicato dalla polizia su Twitter e come riportato da Die Welt, la vittima è un 43enne di origine turca già noto alle forze dell’ordine per spaccio di droga, gioco d’azzardo e falso monetario. Lo ha dichiarato il procuratore Martin Steltner alla Reuters in tarda mattinata, dopo che gli artificieri della polizia avevano ispezionato la carcassa del veicolo ed escluso la presenza di ulteriori cariche di esplosivo mettendo così in sicurezza la zona, che resta comunque ancora chiusa al traffico.

Polizei

vittima

Un regolamento di conti? L’esplosione dell’autobomba potrebbe insomma essere legata a un regolamento di conti interno alla criminalità organizzata berlinese. «Ipotizziamo un omicidio», ha affermato Steltner, e i precedenti dell’uomo sembrererebbero condurre le indagini verso il mondo della malavita, ma ci sono ancora molti dettagli da chiarire. Prima di tutto, non è totalmente certo che il bersaglio dell’autobomba fosse il conducente: l’auto infatti non era intestata a lui ma, secondo alcune fonti della Bild, a una donna a sua volta di origini turche.

La dinamica dell’esplosione. Secondo alcuni testimoni, l’esplosione della Passat sarebbe avvenuta pochi secondi dopo l’accensione del veicolo, quando l’uomo aveva già percorso alcune decine di metri. L’auto in fiamme ha continuato a procedere, fino ad andare a sbattere contro un’altra vettura parcheggiata ai margini della strada. Nonostante l’esplosione in una zona trafficata nell’ora di punta mattutina, non ci sono stati per fortuna altri feriti. Solo tanto spavento per passanti e automobilisti che hanno assistito all’improvviso boato, nelle immediate vicinanze della U-Bahn Deutsche Oper. A quanto sembra, il conducente della Passat non è morto sul colpo, ma dissanguato per le ferite riportate. I soccorritori, ad ogni modo, lo hanno estratto già privo di vita dall’abitacolo.

Le indagini. La sezione omicidi della polizia di Berlino ha intanto raccolto gli indizi e intrapreso rapidamente le indagini. Un drone ha sorvolato l’area in mattinata, facendo delle riprese di tutta la zona. É arrivato sul luogo dell’esplosione anche il senatore di Berlino per gli interni e lo sport, Frank Henkel (CDU), che si è trattenuto a colloquio con gli agenti di polizia e ha dichiarato che gli inquirenti stanno indagando con la massima priorità «in tutte le direzioni». «In base alle informazioni disponibili al momento, dobbiamo ipotizzare si tratti di un crimine molto grave», ha concluso Henkel.

Esplodiertes Auto

Il riassunto della mattinata. Stamattina intorno alle 7.50 un’auto che stava procedendo su Bismarckstraße, zona Charlottenburg, è improvvisamente esplosa e il conducente è rimasto ucciso. La polizia è arrivata sul posto e ha provato a ricostruire la dinamica dei fatti. Dopo più di un’ora un tweet di @polizeiberlin ha avvertito che l’auto, una Volkswagen Passat, era carica di esplosivo: gli agenti sul posto ritengono che la Passat sia esplosa in movimento per poi andare a sbattere contro un altro veicolo parcheggiato. Sono arrivati in seguito gli artificieri per ispezionare il veicolo ed escludere la presenza di altro materiale esplosivo.

Ermittler

In via precauzionale, le autorità hanno invitato gli abitanti della zona a chiudere le finestre e restare in casa.

Cattura

Dopo il controllo degli artificieri, che ha escluso la presenza di ulteriori cariche a bordo, la situazione per i cittadini nelle vicinanze è tornata la normalità e la polizia ha dato il via libera per la riapertura di porte e finestre.

Finestre

L’incidente ha costretto le forze dell’ordine al blocco di alcune arterie cittadine e all’interruzione della metro U2 all’altezza della fermata Deutsche Oper, causando ritardi e disagi: l’incrocio tra Bismarckstraße e Wilmersdofer Straße è stato completamente chiuso al traffico, in entrambe le direzioni di marcia. Sempre su twitter, la polizia ha avvisato che la chiusura delle strade interessate sarebbe potuta durare ancora a lungo e ha consigliato agli automobilisti di evitare la zona. Alle 15.10, un nuovo tweet avverte che Bismarckstraße è ancora chiusa al traffico.

 

polizei

Foto di copertina © 105.5 Spreeradio

Related Posts

  • Grave incidente stamattina a Berlino. Secondo un portavoce dei pompieri, un'auto che stava procedendo su Bismarckstraße, zona Charlottenburg, è improvvisamente esplosa e il conducente è rimasto ucciso. La polizia è arrivata sul posto e sta provando a ricostruire la dinamica dei fatti, ancora poco chiara. É di pochi minuti fa…
  • Problemi con i vostri coinquilini? Non siete i soli. Sophia Halmonda ci racconta la fauna berlinese attraverso una guida per riconoscere ogni tipologia di coinquilino. Trovare una stanza in affitto a Berlino può rivelarsi impresa molto complicata: tra aumento dei prezzi, file chilometriche soltanto per prendere visione dell'appartamento, selezioni spietate…
  • Tanto da fare questo mese a Berlino: concerti, mostre, cinema, feste, spettacoli teatrali: la lista che segue verrà integrata giorno per giorno con tutto ciò di interessante di cui noi di Berlino Magazine verremo a sapere. Consultatela quindi anche più avanti: non sarà la stessa guida che trovate oggi. MOSTRE, FIERE…
  • 10-Non guidare all’italiana. La macchina qui è inutile, o quasi, ma se ve la portate dietro cercate di imparare in fretta che all’interno dei quartieri il limite è 30km orari, sulle strade un po’ più ad alta percorrenza è 50, che non si può sbagliare coda al semaforo e se…
  • Sei terapista occupazionale / ergoterapista di professione (in possesso di laurea in terapia occupazionale) e cerchi una nuova sfida? Perché non a Berlino? La terapia occupazionale, o ergoterapia, è una disciplina riabilitativa che permette di sviluppare, recuperare o mantenere le competenze della vita quotidiana e lavorativa delle persone con disabilità cognitive,…

Leave a Reply