Berlino aiuta i genitori lavoratori con un economico servizio di babysitting 24/24h

Babysitting

Mokis è un servizio pubblico di babysitting nato per assistere i genitori che lavorano la notte o il fine settimana a Berlino.

Conciliare il lavoro con la famiglia è un’impresa per molti genitori, soprattutto quando i bambini sono piccoli ed i nonni lontani. La situazione è già abbastanza complicata quando si lavora in orari d’ufficio, ma quando si hanno turni di lavoro variabili, trovare un asilo aperto o un babysitter disponibile diventa ancora più difficile nonché costoso. Per aiutare i genitori che lavorano la notte o il fine settimana, a Berlino è stato da poco creato un servizio di assistenza domiciliare per bambini.

Mokis – il nuovo servizio pubblico di babysitting

Il nuovo servizio pubblico di babysitting (in tedesco Kinderbetreuungsservice) si chiama Mokis e si rivolge prevalentemente a genitori single con figli in età prescolare. La differenza tra questa iniziativa ed un asilo aperto 24 ore al giorno è che i bambini rimangono a casa, mantenendo i propri rituali e abitudini. Sia che si tratti di dormire nel proprio letto o di fare la prima colazione al tavolo della cucina di casa, la routine per i bambini piccoli è fondamentale. E i genitori possono andare al lavoro tranquilli sapendo che i loro figli verranno accuditi nel loro habitat quotidiano.

Più economico di un babysitter privato

Il nuovo servizio presenta notevoli vantaggi economici. Molti genitori non possono infatti permettersi i costi di un babysitter privato o di una tata, le cui tariffe variano dai €10-20 all’ora. In alcuni casi lo stipendio del genitore basta solo a coprire le spese della tata. Invece questo nuovo servizio è gratuito per molte famiglie. Nel caso fosse necessario un pagamento, i costi vengono calcolati dallo Jugendamt (Ufficio di assistenza ai minorenni) in base al reddito del genitore. In ogni caso il pagamento si effettua direttamente allo Jugendamt, che poi stipula il contratto indicando le ore di assistenza cui i genitori hanno diritto ed emette il Kitagutschein.

I clienti di Mokis

Come riporta il Berliner Morgenpost, finora si sono registrati 155 genitori per il servizio, ma i promotori dell’iniziativa sono convinti che le richieste aumenteranno. Tra i genitori che hanno bisogno di assistenza si contano infermieri, autisti di autobus, commessi, assistenti di volo e musicisti. Sembra però che il servizio non sia stato pubblicizzato adeguatamente dagli Jugendämter e dagli asili, soprattutto in alcuni quartieri di Berlino. Per adesso la maggior parte delle richieste proviene dai quartieri di Pankow e Friedrichshain-Kreuzberg, le cui domande corrispondono al 28% del totale. Da Lichtenberg invece proviene solo il 4% delle richieste, nonostante l’elevata presenza di bambini.

Lavorare come babysitter da Mokis

Per quanto riguarda i potenziali babysitter, finora si sono registrate 220 professionisti tra cui soprattutto educatrici in pensione. Mokis potrebbe anche essere un’opportunità di lavoro interessante per gli studenti di scienze dell’educazione o scienze della formazione primaria. Tutti i candidati devono presentare un certificato di buona condotta rilasciato dalla polizia e devono seguire un corso di formazione.

Per maggiori informazioni si consiglia di consultare il sito Mokis Berlin. Sia genitori sia educatori possono compilare un modulo per iscriversi. Per chi fosse interessato al lavoro di Kinderbetreuungsperson (assistente all’infanzia), la prossima riunione informativa si terrà giovedì 27.04.2017 dalle ore 18:00 alle 19:30 presso la sede di MoKiS, Stresemannstr. 78, 10963 Berlino/Kreuzberg.

MoKiS – Öffentlich gefördertes Modell: Mobiler Kinderbetreuungsservice für Eltern mit besonderen Arbeitszeiten
Tel: 030 / 26 10 31 20
E-mail: info@mokis.berlin

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: CC0 Public Domain

Related Posts

  • Mercato del lavoro flessibile e famiglie monoparentali sono due realtà sempre più frequenti, anche in Germania. Così Berlino ha pensato ad una soluzione per facilitare la vita a genitori single o con turni di lavoro diversi dagli orari di asilo tradizionali: si tratta del nuovo servizio, pensato dalla Senatsjugendverwaltung (l'amministrazione berlinese per la formazione e i…
  • Chi visita Berlino per la prima volta e passeggia per i quartieri residenziali di Prenzlauer Berg, Friedrichshain e Mitte o anche in quelli più alternativi di Kreuzberg e Neukölln, non può fare a meno di notare l’elevato numero di bambini in circolazione. Che si tratti di neonati in carrozzina e nelle fasce…
  • Esistono numerosi aiuti statali per chi ha un figlio in Germania: assegni familiari, aiuti per genitori single, maestri a domicilio, asili gratuiti. Nonostante questi vantaggi ci sono tante madri tedesche che rimpiangono di aver avuto dei figli. Alla gioia per la nuova vita che vedranno crescere va a contrapporsi la consapevolezza…
  • Che sia una calda giornata di sole o un terribile pomeriggio piovoso, i bambini hanno sempre bisogno di divertirsi. Sebbene sia una metropoli, Berlino è anche una città a misura di bambino: in città ci sono tantissimi posti dedicati ai più piccoli. Berlino è una grande città e in quanto tale…
  • La Germania, così come i Paesi scandinavi, ha sempre dato grande importanza al rapporto tra uomo e natura, alle escursioni all'aria aperta, alle passeggiate nei boschi (le cosiddette Wanderungen). Non c'è da stupirsi, dunque, che tale rapporto debba ricoprire un ruolo attivo anche nell'educazione dei bambini. È per questo motivo che sempre più…

Linda Nocera

Cresciuta a Palermo in una famiglia anglo-italiana, ha girovagato per l’Europa per motivi di studio, lavoro ed affetto, prima di stabilirsi a Berlino. Ha lasciato da poco una carriera da analista di mercati chimici per concentrasi sul ruolo di mamma e sulla sua passione per la scrittura.

Leave a Reply