Berlino, la giornata dell’asparago è in un ospedale abbandonato finalmente visitabile

Berlino e la Germania impazziscono per gli asparagi. Qui la tipologia tipica è quella bianca, forse meno saporita dei selvatici italiani, ma comunque buona e gustosa. La località conosciuta in tutto il Paese come la più prestigiosa per la sua coltura dell’ortaggio è Beelitz, una manciata di chilometri da Berlino, lì dove dalla fine del 1800 ha avuto vita anche un ospedale usato tanto da Hitler nel 1916, durante la prima guerra mondiale (vi ci curò una ferita ad una gamba) che dall’ex oligarca Erich Honecker come casa di riposo forzato dopo che fu costretto a dare le dimissioni dal governo della Germania dell’Est.

È proprio qui che il 9 maggio 2015 da mezzogiorno alle dieci di vita avrà vita lo Spargel International, un festival di cibo dedicato completamente all’asparago con chef provenienti da Francia, Corea del sud, Perù, Siria, Iran e, logicamente, Germania. “Festeggiamo così la primavera” è l’idea degli organizzatori, ovvero il Contemporary Food Lab in collaborazione con lo stesso Refugium Beelitz. Oltre a mangiare le varie pietanze e incontrare gli chef, chi parteciperà (il biglietto acquistato in anticipo è di 7 euro di cui 5 possono essere scambiati in cibo e bibite all’interno, se si mangia di più si paga di più) potrà visitare i tanti anfratti del complesso (sono vari edifici). La quota massima di invitati è di 5mila persone, meglio affrettarsi (e sperare poi nel bel tempo)

Spargel Interational

AGGIORNAMENTO: L’EVENTO E’ STATO CANCELLATO A CAUSA DI PROBLEMI ORGANIZZATIVI

Sabato 9 maggio 2015 dalle 12 alle 22

presso il Refugium Beelitz

Strasse vor Fichtenwalde 14,

14547 Beelitz Heilstätten, Brandeburgo

Per arrivare da Alexanderplatz,

treno RE7 direzione Dessau (ci mette 49 minuti, biglietto ABC)

Evento Facebook 

Qui per i biglietti

Related Posts

  • 40
    C'era una volta....e c'è ancora, poco lontano da Berlino, in mezzo alla foresta un grande complesso ospedaliero che giace addormentato come la Dornröschenschlaf ( la "bella addormentata" direbbero i tedeschi)  e che sprigiona un fascino atavico. Passeggiando tra le sue rovine dalle facciate decorate dalla vegetazione si ha la sensazione di…
    Tags: in, come, beelitz, per, berlino, nel, si, è, i, ospedale
  • 33
    di Marianna Usai Berlino è una finestra spalancata sulla testa di una donna. Basta sporgersi un po’ e la compostezza di Monbijouplatz, diventa un filo tra un balconcino e l’altro e panni tesi ad asciugare, saturi del colore che fa la stoffa quando ancora è bagnata. Così, ci entri in…
    Tags: è, berlino, in, i, per, ci, si, come, gli
  • 33
    Chi parte da un aeroporto per atterrare in un altro Paese, visitarlo e poi tornare in patria, alla domanda «Perché sei andato in quel posto?» vi risponderà con sicurezza. Potrà sostenere che lo ha fatto per lavoro, per staccare dalla propria routine e rilassarsi, per confrontarsi con una differente cultura o…
    Tags: per, è, in, i, si, più, nel, germania, vita, berlino
  • 33
    A Berlino le offerte di lavoro non mancano, ma la concorrenza è alta e presentarsi con un curriculum e una lettera di presentazione scritti bene, adatti alle esigenze del mercato tedesco, può fare la differenza, sia che si parli, che non si parli (ancora) bene il tedesco. Poche volte il curriculum…
    Tags: in, è, berlino, si, come, germania, i, più, per, alle
  • 32
    A Kreuzberg, Berlino, il primo maggio è una festa che si celebra con banchetti di cibo e bibite su ogni marciapiede, palchi per concerti ad ogni incrocio del quartiere denominata "36" (dal vecchio codice d'avviamento postale della zona) e una serie innumerevole di open air party, ovvero dj e musica,…
    Tags: in, è, per, berlino, giornata, maggio, si, i, nel, cibo

Leave a Reply