Berlino raccontata nelle vignette di Sergio Staino. Le immagini della mostra di Torino

Dal 20 febbraio al 6 aprile la Wunderkammer della GAM di Torino ospiterà una mostra dedicata alle vignette di Sergio Staino, dal titolo “Un racconto di Berlino, 1981”. Il tema dell’esposizione, composta da oltre cento disegni, è il viaggio compiuto da Staino a Berlino nel 1981, su invito dello storico dell’arte berlinese Detlef Heikamp, che aveva avuto modo di apprezzare le sue opere.

Il personaggio più famoso del disegnatore toscano è Bobo, comparso per la prima volta sulle pagine di Linus sul finire degli anni settanta. Bobo veste i panni dell’italiano borghese di sinistra, ironico e critico. L’autore ha scelto proprio lui per riproporre allo spettatore, attraverso una serie di disegni, le impressioni e le esperienze vissute durante quel soggiorno in Germania.

In questo contesto, Bobo viene rappresentato come il turista medio, che visita Berlino con la macchina fotografica quasi sempre al collo e si meraviglia delle contraddizioni della città nei primissimi anni ottanta. Da un punto di vista architettonico e culturale la capitale tedesca è in piena espansione, nella parte occidentale sorgono numerosi caffè alla moda, negozi dalle vetrine luminose e, non per ultimo, l’imponente KaDeWe. Il mondo ha già conosciuto la storia di Christiane F. e il protagonista incontra tanti turisti che provano a cercarla alla stazione di Zoologischer Garten, quasi fosse anche lei un’attrazione da non perdere.
Lo scenario, però, cambia avvicinandosi al Muro e al confine con Berlino Est. Si sente maggiormente la pressione degli assidui controlli della polizia, degli scontri e della violenza che ne scaturiscono. Per rappresentare questa situazione più inquietante e dolorosa, Staino decide di fare uscire Bobo dalle vignette, quasi rimanesse uno spettatore esterno, dando spazio a figure cupe e tristi come vedove di guerra, forze dell’ordine in tenuta antisommossa e quartieri in degrado.

Dove:

La GAM si trova in via Magenta, 31 a Torino.

Quando:

La mostra è visitabile dal martedì alla domenica, dalle 10:00 alle 18:00.
Il giorno 25 febbraio, dalle ore 18:30, avrà inoltre luogo il primo degli incontri sulla satira organizzati dalla Galleria stessa, a cui parteciperà Sergio Staino personalmente.

(Immagini per cortesia della GAM di Torino)

 

Related Posts

  • Il 9 novembre 2014 è ricorso il venticinquesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino. In tale occasione, Torino ha organizzato una serata speciale al Teatro Regio in cui, attraverso la musica (si sono esibiti i 100 Cellos di Giovanni Sollima), le letture proposte da Andrea Bajani e Michela Cescon e una…
  • Berlino appare sempre come una città d'arte. Basta farsi un giro in uno dei suoi tanti e multiformi quartieri, che subito saltano all’occhio una miriade di gallerie spesso confondibili con negozi abbandonati da parecchio tempo. Dopo svariati anni di vita berlinese capita spesso di essere invitati ad un numero cospicuo…
  • Akademie der Künste Pariser Platz - Accademia dell'arte di Pariser Platz (GRATIS OGNI MARTEDI' DALLE 15 ALLE 19) La struttura, accanto alla porta di Brandeburgo, è già da sola meritevole di una visita. Fu fondata dal grande elettore Federico III nel 1696, ha avuto una vita travagliata a causa della guerra e del muro…
  • Oltre alla visitatissima Isola dei Musei e al (per ora ancora chiuso) Kulturforum, Berlino ha molti altri musei. Molti di questi organizzano continue esposizioni di arte contemporanea. Tra le istituzioni della città, il Boros (ex bunker di Berlino, ora galleria d'arte ambitissima tra i visitatori e gli appassionati d'arte) e…
  • Aperto nel 2015 ad Alexanderplatz, il Körperwelten Museum è la "casa" di una mostra che dal 1995 gira per il mondo scandalizzando e attraendo allo stesso tempo. In mostra, infatti, ci sono cadaveri scuoiati e imbalsamati, o meglio, «plastinati» attraverso la tecnica messa a punto dal celebre anatomopatologo tedesco Gunther von…

MarySonica

MarySonica vive a Torino da sempre ma, nel 2003, compie il viaggio a Berlino che cambierà la sua vita. Da allora è innamorata della capitale tedesca e forse, un giorno, partirà per rimanervi. Laureata in Lingue e Letterature Straniere, è appassionata di musica, lettura e tutto ciò che riguarda la subcultura dark.

Leave a Reply