Carnevale, su Amazon Germania e Italia i costumi di Carnevale da profugo

Arriva il Carnevale e la fantasia per il costume più originale da sfoggiare per le strade o nelle feste private finisce per toccare anche l’attualità. Su Amazon si Italia che Germania per alcuni giorni è stato possibile acquistare travestimenti da profughi per bambini. È bastato poco affinché si scatenassero polemiche e Amazon cancellasse le offerte.

I costumi. Abiti lunghi e semplici per le bambine, pantaloni marroni larghi per i bambini. Si tratta proprio di maschere di Carnevale da rifugiati, ma la verosimiglianza è carente. La t-shirt bianca accoppiata al maglioncino verde e al cappellino per i bambini non ha nulla a che vedere con gli abiti indossati dai profughi di guerra che sono giunti in Europa lo scorso anno, bensì con quelli della seconda guerra mondiale, soprattutto dall’est europa, ma l’utilizzo massiccio della parola rifugiati quest’anno ha fatto perdere il suo significato storico. Il prezzo dei costumi si aggirava tra i 25 e i 36 € a costume Il tutto era proposto con il titolo Children’s Costume ‘Refugee. Tra i commenti su Amazon, tanti hanno definito l’offerta  «una trovata di cattivo gusto!»., altri si sono chiesti se «i bambini si dovrebbero divertire con una cosa del genere».

Polemiche esagerate? Forse. Fancy Me, uno dei principali distributori di costumi in Gran Bretagna per le recite scolastiche e non solo, vende da sempre abiti “da rifugiato” o “da emigrato”, sotto la dicitura “Boy Evacuee Francy Me Dress” a 15 sterline a costume. Rimane il cattivo gusto, ma non abbastanza da sollevare polemiche.

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

Immagine di copertina (C) Screenshot.

Giulia Mastrantoni

Laureata in inglese e francese, ama scrivere e viaggiare. Legge come se non ci fosse un domani e, non appena se ne presenta l'occasione, si butta a capofitto in nuove avventure. «Da grande» vuole non doversi mai chiedere: «E se?». Ha pubblicato i racconti "Misteri di una notte d'estate" per la Ed. Montag nel 2015 e "Veronica è mia" per la Panesi Edizioni nel 2016, sulla tematica della violenza psicologica e sessuale.

Leave a Reply