Sei cose da fare a Villa Castelli (che è in Puglia ed è carinissima)

Piccolo vademecum per chi volesse passare una vacanza in una delle cittadine più emergenti di quella parte della Puglia al confine tra Salento e Murgia.

Berlino è splendida, ma ogni tanto una pausa “fuori porta”, meglio se in Italia, è d’obbligo per ricaricare le pile. Villa Castelli è un piccolo paesino tra Brindisi e Taranto, lì dove la Murgia finisce e inizia il Salento, che da alcuni anni sta cercando di emergere come meta turistica sia per la sua eccezionale posizione (è equidistante dalle spiagge tirreniche e adriatiche e vicinissima a tanti altri luoghi di interesse) che per alcune sue specificità. Ci abbiamo passato quattro giorni godendo di bel tempo, buon cibo e, soprattutto, della presenza dei suoi generosissimi cittadini, persone in grado di fare sentire “a casa” chiunque abbia modo di passare una giornata nel loro paese sia che sia estate che, come potrete vedere qui nel video, anche in inverno.

Villa Castelli non è solo un paesino interessante per ciò che offre, ma rappresenta anche un punto strategico dove soggiornare per conoscere alcuni dei luoghi più importanti del Salento. È equidistante dalle spiagge dell’Adriatico e dello Ionio, a mezz’ora di auto da cittadine carinissime e ricche di storia (e musica) come Oria (fondata da esuli cretesi) e Galatina (dove è nata la pizzica, onorata peraltro anche a Villa Castelli con serate ad hoc presso il nuovo Parco della Musica “Giandomenico Caramia”). Insomma, vale la pena sceglierla come meta di un viaggio nella zona. Per il soggiorno il nostro consiglio è il B&B Monte Castello: stanze ampie e ben arredate, fresco perenne e colazione eccezionale (qui il link con foto).

Serata a base di pizzica nel nuovo Parco della Musica "Giandomenico Caramia"
Serata a base di pizzica nel nuovo Parco della Musica “Giandomenico Caramia”

 

Ecco la lista invece di sei cose da fare/vedere a Villa Castelli

6-Una giornata alla Masseria Sciaiani

Immersa nella natura, ma a pochi minuti a piedi dal paese, offre la possibilità di tuffarsi in una bellissima piscina biodinamica e di accompagnare il tutto ad un pranzo o una cena a base soprattutto di verdure coltivate e formaggi realizzati all’interno stesso della tenuta dal gusto squisito. Chi vuole può anche dormire all’interno di una delle abitazioni in tufo della struttura. Qui maggiori info.

Piscina della Masseria Sciaiani
Piscina della Masseria Sciaiani

5-Passeggiata alla Gravina delle Murge

È forse la più bella passeggiata che si possa fare a Villa Castelli, un lungo viale all’interno di una vecchia gravina trasformata in parco verde grazie al sostegno dell’Unione Europea e della regione Puglia. All’interno vi si trova, ricavato dalle collinette del terreno, un intimo anfiteatro sede di spettacoli estivi.

Il ponte di Villa Castelli visto dalla Gravina
Il ponte di Villa Castelli visto dalla Gravina

4-Massaggio da Planet Beauty/Energia delle Piante

Un centro benessere con tanto di piscina e spa con massaggi gestito da un team di professionisti del benessere. Energia delle piante non è infatti solo il marchio fondato nel 1990 dal Dr. Pietro Rossi e ora al centro di una linea di prodotti erboristici, cosmetici e alimentari di altissima qualità (a breve verrà inaugurato anche un centro di medicina olistica), ma anche un luogo dove rilassarsi o in giornata o rimanendo qualche giorno. Il nome della struttura intorno a Energia delle Piane è Planet Beauty e trovate ulteriori informazioni cliccando qui.

Planet Beauty Villa Castelli
Planet Beauty Villa Castelli

3-Visita alla Vigna Schiena (con pranzo)

Il nome dei 30 ettari della vigna è quello del suo fondatore, Giuseppe Schiena, che nel 1991 l’ha presa in gestione e due anni dopo l’ha acquistata. Punto di forza sono i classici Negroamaro e Primitivo, ma ci sono anche diversi bianchi (Malvasia e Fiano su tutti). Al di là della degustazione o dell’acquisto dei vini, il nostro consiglio, se siete un gruppo, è di chiedere in via del tutto eccezionale una visita tra gli ulivi, magari condito da un pranzo “rurale” ai margini del campo, tra grigliate di carne, orecchiette al pomodoro, polpette e antipasti a base di formaggi e salumi. Se interessati, provate a chiamare il +39 339 1335338 o scrivere a info@schienavini.com .

Pranzo in vigna a Villa Castelli
Pranzo in vigna a Villa Castelli

2-Visita al Castello di Villa Castelli

Il Castello di Villa Castelli è oggigiorno sia sede del comune che, al piano terra, location del Museo Civico. Di questa seconda attività parliamo al punto uno (più sotto). Il Castello è una splendida costruzione del 1300 circa nata come palazzo residenziale di un’importante famiglia dell’epoca e poi fortificata nel secolo successivo. Un tempo era completamente circondata da trulli, ora ne rimangono due, abbastanza per avere un’idea di come fosse particolare e autentico il luogo.

Interno del Castello di Villa Castelli
Interno del Castello di Villa Castelli
 Vista dal Castello - Villa Castelli
Vista dal Castello – Villa Castelli

1-Visita il sito archeologico Pezza Petrosa e il Museo civico

Una necropoli messapica trovata per caso da un appassionato di archeologia che lì, su quel terreno, stava costruendo la casa in cui avrebbe voluto passare la vecchiaia e che invece, generosamente, ha poi donato tutto alla comunità. È la storia – molto recente, gli scavi iniziarono a fine ammi ’80 – di Pezza Petrosa, l’interessante sito archeologico di Villa Castelli, sulla strada per Grottaglie. Ci sono voluti anni e tanta determinazione da parte delle amministrazioni comunali per rendere pubblici i reperti di un’area occupata dai greci dal IV secolo avanti Cristo. Nell’area sono visibili 33 tombe di varia tipologia, soprattutto sepolture inumate, ma altrettante – secondo diversi studi – potrebbero essere ancora sotterrate nei dintorni. Al piano terra del Museo civico di Villa Castelli, nel centro del paese, sono custoditi alcuni eccezionali manufatti trovati durante l’escavazione, tra cui dei vasi in gnathia con tipiche decorazioni color porpora in onore della Dea Demetra ancora in perfetto stato. È un vero piacere osservarli dalle vetrine così come guardare la trasformazione di Villa Castelli grazie ad una collezione di foto d’epoca in bianco e nero che fanno da cornice all’intera esposizione. Sia Pezza Petrosa che il Museo Civico sono normalmente visitabili dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, ma il consiglio è chiamare lo +39 0831 869214 per prenotare una visita guidata e sincerarsi degli orari di apertura.

Pezza Petrosa - Villa Castelli 1990
Pezza Petrosa – Villa Castelli 1990
Pezza Petrosa
Pezza Petrosa oggi
Museo Civico di Villa Castelli
Museo Civico di Villa Castelli

 

Vaso del Museo civico di Villa Castelli
Vaso del Museo civico di Villa Castelli

 

Come arrivare a Villa Castelli

Se si viene dall’estero in aereo l’opzione più facile è arrivare a Bari a meno che non si riesca a trovare un aereo per Brindisi. Dall’aeroporto conviene muoversi in auto (un’ora e venti di percorso da Bari e 45 minuti da Brindisi) magari affittandone in modo da potersi godere comodamente i dintorni della zona. Per maggiori info questo il sito di Villa Castelli.

 

15219630_939322122867316_1048813033620156316_n

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply