“Il cambio della ruota”, la breve poesia di Bertolt Brecht sul reinventarsi una nuova vita

© Evan Kirby, Vintage Volkswagen Beetle, BY-SA CC 0.0

“Il cambio della ruota”, la breve poesia dello scrittore e drammaturgo Bertolt Brecht dedicata al cambio di direzione di vita.

Scritta nel 1953 la poesia “Il cambio della ruota” (in tedesco Der Radwechsel) è una delle poesie più brevi dello scrittore tedesco Bertolt Brecht, ma allo stesso tempo ricca di significato. Il poeta si riferisce al nazismo, alla militanza politica e all’insoddisfazione dei tempi in cui sta vivendo ma allo stesso tempo alla voglia di reinventarsi una nuova vita.

Il significato di “Il cambio della ruota”

La poesia presenta una lirica lineare dove, in poche righe, possiamo leggere di un Brecht insoddisfatto e affranto che sta seduto sul ciglio della strada e aspetta che il guidatore cambi “una ruota”. Il poeta comincia così a riflettere su se stesso e scrive: “Non sono contento di dove vengo” e “Non sono contento di dove vado”. Per capire i due versi dobbiamo fare un passo indietro e rivedere la vita dell’autore. Con la prima frase si riferisce al nazismo. La sua avversione per Hitler vide Brecht condannato all’esilio nel 1933 e costretto a scappare in Francia, Inghilterra, Danimarca e in America. Tornò in Germania solo quindici anni dopo, nel 1948. La seconda frase invece si riferisce alla delusione di Bertolt Brecht nei confronti del socialismo. Il poeta infatti è deluso dal governo della Repubblica Democratica Tedesca, un governo che spiava i suoi cittadini con la temuta “Stasi” e che imponeva condizioni lavorative molto dure. Il poeta conclude però la poesia con una domanda: “Perché guardo il cambio della ruota con impazienza?”. Brecht si rende conto di guardare con ansia  il cambio della ruota, è impaziente e vuole che riprenda a girare il prima possibile. Ciò racchiude in sé un significato importante: la ruota rappresenta la sua vita e, nonostante le insoddisfazioni che possano averlo fermato deve continuare a girare e andare avanti anche se ciò comporterebbe una direzione diversa.

Il cambio della ruota

Mi siedo al margine della strada.
Il guidatore cambia la ruota.
Non sono contento di dove vengo.
Non sono contento di dove vado.
Perché guardo il cambio della ruota
con impazienza?

(traduzione a cura di Ruth Leiser e Franco Fortini)

Der Radwechsel

Ich sitze am Straßenhang.
Der Fahrer wechselt das Rad.
Ich bin nicht gern, wo ich herkomme.
Ich bin nicht gern, wo ich hinfahre.
Warum sehe ich den Radwechsel
mit Ungeduld?

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copetina: © Evan Kirby, Vintage Volkswagen Beetle, BY-SA CC 0.0

Leave a Reply