Nigeria, massacro. Uccise 2mila persona in un attacco terrorista islamico. E la minaccia non si ferma

Sedici villaggi bruciati ed una città, Baga, completamente distrutta, per un totale di circa duemila persone assassinate: è questo il tragico bollettino in Nigeria dell’attacco terrorista realizzato nell’ultima settimana da Boko Haram, gruppo jihadista affiliato ad al Qaeda. Lo riporta la BBC. Come Berlino Cacio e Pepe Magazine non ci occupiamo normalmente di cronaca internazionale, ma la strage è senza precedenti e non possiamo non parlarne, duemila persone sono duemila persone sia in Italia, che in Germania che in Nigeria.

Cosa è Boko Haram. È un’organizzazione terroristica dal nome ufficiale Jamāʿat Ahl al-Sunna li-daʿwa wa l-Jihād (Gruppo della Gente della Sunna per la propaganda religiosa e per il Jihād), ma dal soprannome Boko Haram (ovvero L’educazione occidentale è vietata) nata ad inizio secolo nella regione nigeriana del Borno (nord est della Nigeria). Ha avuto successo nel popolo grazie alle accuse di corruzione lanciate allo stato federale e all’apertura nel 2002 di un centro religioso composto da una moschea e una scuola in una zona poverissima della regione. Pretendere la sharīʿa nel paese, ovvero uno stato non più secolare, ma governato  “dalla legge di Dio”. Nel 2009 le sue violenze sugli abitanti di quattro cittadine, in apparenza abitate soprattutto da cristiani, portarono all’uccisione di ben 700 nigeriani. Le violenze non finirono lì. Al momento si contano 1,5 milioni di sfollati e migliaia di vittime dal 2009 ad oggi.

Prossimi obiettivi. Secondo quanto affermato in un messaggio video dallo stesso Aboubakar Shekau, capo di Boko Haram, la minaccia ora è diretta anche al Camerun e al suo presidente. In un video pubblicato su Youtube il 5 gennaio e che potete vedere integralmente qui sotto il messaggio è chiaro (riportiamo la traduzione del Sole24ore) “Se non metti fine al tuo piano malefico, vai dritto verso la stessa sorte della Nigeria. I tuoi soldati  non possono niente contro di noi”.

Related Posts

  • Probabilmente molti di noi non conoscevano nemmeno l'esistenza del periodico francese Charlie Hebdo prima di questo pomeriggio. Eppure la notizia ci ha lasciato comunque sconvolti. Uccidere, e uccidere in questo modo e per questi motivi, sembra quasi impossibile. Morire, morire in questo modo e per questi motivi, è semplicemente assurdo,…
  • Ogni tanto, per andare al lavoro, scendo dalla metro una fermata prima per percorrere un pezzo a piedi. Lo faccio perché il mio ufficio si trova nell’ex Berlino Est, in una via laterale appena oltre Checkpoint Charlie. Sono passati 25 anni dalla caduta del muro, eppure mentre cammino provo ad immaginarmi…
  • La strage di Parigi del 7 gennaio presso la sede della rivista Charlie Hebdo presso la sede della rivista sta continuando a turbare l'animo di chiunque creda nella libertà di stampa e nel rispetto delle diversità. Il video del poliziotto giustiziato,Ahmed Merabet, francese musulmano, sta facendo il giro del mondo. Noi di…
  • Il 15 ottobre del 2012 la copertina di Charlie Hedbo era dedicata "agli intoccabili", ovvero ai signori della religione. Accanto ad una delle vignette compariva questa poesia di Charb, uno dei vignettisti tragicamente uccisi oggi a Parigi. Le sue parole dicono più di qualsiasi altro epitaffio (qui l'originale)   Rire,…
  • Siete in procinto di passare una vacanza a Berlino? Vi ci state per trasferire? Già ci vivete, ma ancora non avete chiaro cosa è bene e cosa non è bene fare? Ecco la lista delle 10 cose da non fare a Berlino 10-Non guidare all’italiana. La macchina qui è inutile,…

One Response to “Nigeria, massacro. Uccise 2mila persona in un attacco terrorista islamico. E la minaccia non si ferma”

  1. Bogs

    La città in questione sembra essere Baga e non Braga (Portogallo)

    Rispondi

Leave a Reply