Senso: il cinema di Luchino Visconti torna a rivivere a Berlino

Luchino Visconti torna a Berlino. Lo fa, logicamente solo cinematograficamente parlando, domenica 13 marzo alle 16.00 al cinema Babylon con Senso, pellicola realizzata nel 1954, la prima a colori per il regista milanese dopo quattro in bianco e nero nonché primo “tradimento” di quel neorealismo di cui era uno dei massimi esponenti nell’immediato dopoguerra. Il film, estremamente curato scenograficamente (contrariamente a quanto accadeva nei suoi lavori passati), è ispirato a un racconto di Camillo Boito, è ambientato nella Venezia del 1866 e racconta dell’innamoramento tra un ufficiale dell’esercito austriaco con una nobile veneta. Lui però non le è fedele. E per lei non rimane che la vendetta…

«Cosa m’importa se i miei compatrioti hanno vinto oggi
una battaglia in un posto chiamato Custoza,
quando so che perderanno la guerra… E non solo la guerra ?
E un intero mondo sparirà, quello cui apparteniamo tu e io.
E il nuovo mondo non ha alcun interesse per me».

Afferma Farley Granger, nei panni del tenente austriaco Franz Mahler, ad una stupida (e sempre bellissima) Alida Valli in una delle scene più emblematiche. Accanto a Visconti, come assistenti alla regia, c’erano due giovani poi diventati tra i più grandi cineasti italiani: Francesco Rosi e Franco Zeffirelli. Alle musiche lavorò Nino Rota.

La proiezione di Berlino. Sarà di scena al cima Babylon alle 16.00 di domenica 13 marzo seguita da un aperitivo e una discussione con il critico cinematografico Mara Martinoli.

Cosa è il CinemAperitivo. È una rassegna di film italiani che ogni domenica alle 16.00 occupa una delle sale del cinema Babylon. Ha vita da 12 anni. Dopo ogni proiezione (sempre con sottotitoli o tedeschi o inglesi) è offerto un aperitivo e una discussione con moderatore e, normalmente, un ospite. Curatori della rassegna sono Mara Martinoli e Andrea D’Addio, rispettivamente responsabile cinema e direttore di Berlino Magazine. Se volete rimanere aggiornati con tutti gli appuntamenti del CinemAperitivo cliccate qui.

Senso

di Luchino Visconti (1954)

In lingua italiana con sottotitoli inglesi

Domenica 13 marzo  2016 ore 16.00

seguirà aperitivo

Presso il cinema Babylon
Rosa-Luxemburg-Str. 30, 10178 Berlino

Biglietto 9 € acquistabile alla cassa

Evento Facebook

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

Related Posts

  • «L'educazione deve essere gratis dall'asilo all'università». È questo il pensiero del membro del senato Berlinese del partito social-democratico Raed Saleh espresso durante un'intervista alla Berliner Zeitung. Il progetto prevede di abolire le rette del doposcuola per tutti i genitori degli alunni di scuola elementare a Berlino già dal 2018. «I contributi sono una tassa…
  • Tutti sogniamo, non è vero? Eppure frequentemente ci svegliamo credendo di non averlo fatto. Ma la nostra attività onirica non va mai in vacanza. Semplicemente spesso non ne conserviamo memoria. E, quando ci ricordiamo qualcosa, spesso ci pervade una strana sensazione: ansia, angoscia, paura. Oppure gioia, speranza. Qualche volta ci…
  • Bambini che cantano, suonano e si travestono da Kraftwerk. Il video, diventato virale in Germania, è stato realizzato da una classe prima della scuola GS Lemmchen di Mainz-Mombach. La canzone scelta è Roboter datata 1978. All'epoca i Kraftwerk la pubblicarono nell'album The Man-Machine portandola in tour vestiti da robot. Il video Pubblicato…
  • Essere sculacciati dalla propria insegnante è sicuramente una di quelle immagini che associamo a metodi di insegnamento arcaici e che farebbero accapponare la pelle a qualsiasi pedagogo. Lattice, manette e frustini saranno invece all'ordine del giorno nella scuola di Sadomaso che ha aperto a Monaco di Baviera, la prima in…
  • Se pensate che Berlino sia una delle capitali più trasgressive e mentalmente aperte, soprattutto in ambito sessuale, questa notizia potrebbe farvi riconsiderare la vostra valutazione. Nell'era dei dispositivi mobili come laptop, cellulari e tablet l’accesso alla rete è diventato un bisogno primario. Sapete cosa cerca nella maggior parte dei casi chi…

Leave a Reply