Abbiamo fatto l’alternanza scuola-lavoro a Berlino, i nostri 3 punti positivi e 2 negativi

Cosa è l’alternanza scuola-lavoro?

L’alternanza scuola lavoro è un progetto formativo ideato dal Ministero dell’Istruzione italiano all’interno della legge La buona scuola, introdotta nel 2003. Il progetto serve ad avviare gli studenti verso il mondo del lavoro ed è obbligatorio per gli alunni di tutte le scuole superiori, a partire dalla classe terza. Gli scolari vengono inviati in aziende in linea con il loro piano di studi. Ad esempio, i ragazzi della scuola alberghiera lavoreranno in un bar o un ristorante mentre i liceali saranno indirizzati ad aziende specifiche per le materie d’indirizzo. Gli studenti degli istituti tecnici e professionali, dovranno effettuare un monte orario di 400 ore, mentre gli alunni dei licei di 200 ore. Secondo noi questa nuova riforma è ancora troppo acerba, visto che molti ragazzi intraprendono un lavoro che non appartiene al loro orientamento scolastico. Tra le numerose scuole che hanno aderito a questa novità, c’è anche la nostra. Si trova in un paese al sud della Toscana, in provincia di Grosseto e comprende i licei linguistico, classico e scientifico.

La nostra esperienza

Siamo due ragazzi italiani e stiamo svolgendo un’ alternanza scuola-lavoro a Berlino, dal 21 al 31 Marzo. Per poter fare questa esperienza abbiamo speso circa 700€. I primi 2 giorni abbiamo visitato la città e abbiamo iniziato ad ambientarci con i mezzi di trasporto. Dal terzo giorno abbiamo iniziato ad andare a scuola la mattina e ad una azienda precedentemente decisa il pomeriggio, nel nostro caso Berlino Magazine. La mattina a scuola svolgiamo il ruolo di uditori, mentre il pomeriggio ci presentano il mondo del giornalismo e proviamo a scrivere degli articoli su argomenti e posti a noi noti. Questo è il secondo anno che partecipiamo al progetto alternanza scuola-lavoro e ormai possiamo fare qualche considerazione.

Vantaggi e Svantaggi

Questa esperienza può servici per vari motivi, come la conoscenza di un nuovo campo lavorativo quale il giornalismo. In esso avevamo poca esperienza e in questo modo abbiamo migliorato anche le nostre abilità di scrittura. In più abbiamo conosciuto un posto nuovo dove nessuno dei due era mai stato. Oltre che come curiosità personale, questa città ci aiuta a capire meglio la storia passata. Un altro vantaggio che ci offre questa esperienza, è l’approfondimento che facciamo riguardo la lingua tedesca. Il poco tempo disponibile e l’interruzione dei lavori scolastici sono le cose che fanno perdere fascino a questa attività. Infatti noi abbiamo solamente cinque giorni disponibili. Non sono sufficienti a poter immagazzinare  tutte le informazioni riguardo questo lavoro. Ne servirebbero infatti molti di più, in modo da conoscere tutte le sue sfaccettature. Inoltre siamo costretti a perdere lezioni in cui verranno spiegati nuovi argomenti che poi dovremmo elaborare da soli.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

 

Immagine di copertina:  © Matteo Gubernari e Tommaso Germani

 

Leave a Reply