Ci tocca spiegare alla giornalista del Tg2 che “crucca” è offensivo

screenhot dal profilo Twitter della gioranlista Rai Anna Mazzone, https://twitter.com/anna_mazzone/status/1144779757898407936

Una giornalista del Tg2 ha postato un tweet in cui utilizza la parola crucca in riferimento a Carola Rackete

Anna Mazzone, giornalista del TG2, la notte del blocco forzato di Carola Rackete ha pubblicato su Twitter un post in cui utilizza la parola “crucca”. Nel post si legge: «#Seawatch. Blitz della crucca che forza il blocco e attracca a Lampedusa dove viene arrestata per violazione del codice navale. Rischia dai tre ai dieci anni di carcere. È l’unica ad essere sbarcata. Migranti ancora su con Orfini, Del Rio e varie ed eventuali. Poveracci… i migranti». Il tweet ha scatenato non poche reazioni sui social.

Che cosa vuol dire la parola crucco

Per quanto si possa contestare l’operato della Sea Watch e della capitana Carola Rackete, nessuno dovrebbe sentirsi autorizzato a esprimere la propria opinione con termini razzisti e offensivi. Tanto meno una giornalista reporter della Rai. Non solo la parola “crucco” ha una valenza dispregiativa, ma in questo caso è stata utilizzata in maniera scorretta. La parola “crucco”, infatti, non è altro che l’adattamento della parola croata kruh all’italiano. Durante la Prima Guerra Mondiale i prigionieri appartenenti all’Impero Austriaco di origine croata o slava chiedevano kruh, cioè pane, ai propri carcerieri, i soldati italiani. Da qui ne è derivato il soprannome che l’esercito italiano ha affibbiato nel tempo ai prigionieri croati, i crucchi. In seguito, durante la Seconda Guerra mondiale lo stesso termine è stato utilizzato dai partigiani in riferimento alle truppe tedesche, chiamati anche “mangia crauti”, dove crauti è riconducibile alla parola tedesca kraut.

Le reazioni sui social

Il post lanciato dalla reporter del Tg2, Anna Mazzone, ha scatenato varie polemiche su Twitter. Gli utenti si sono scagliati contro la giornalista e hanno sottolineano, oltre all’insulto diretto nei confronti di Carola Rackete, anche l’ennesima inesattezza del cinguettio della reporter. Quella notte, infatti, i migranti sono sbarcati assieme alla capitana. Qui sotto vi riportiamo alcune delle risposte degli utenti Twitter pubblicati sulla pagina di Anna Mazzone.

Leggi anche: Chi è Carola Rackete, comandante tedesca della Sea watch 3

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: screenhot dal profilo Twitter della giornalista Rai Anna Mazzone

Leave a Reply