In Germania ci si chiede perché la carne costi 1,5 euro al kg. E la risposta di un supermercato è penosa

15 centesimi per 100 grammi di cosce di pollo. L’offerta “speciale” di Edeka che ha fatto indignare clienti, consumatori e attivisti.

Edeka ha dato il via alla campagna denominata Montagsknüller (traducibile in “bomba del lunedì” o “scoop del lunedì”). Si è trattato in sostanza di un’offerta speciale, limitata alla giornata di lunedì 10 luglio, che ha previsto la vendita di cosce di pollo a un prezzo stracciato: 15 centesimi per 100 grammi. L’iniziativa è stata accompagnata dallo slogan “per il benessere degli animali”, che alle orecchie dei consumatori è risultato grottescamente ironico, oltre che di cattivo gusto.

La reazione dei clienti

Nonostante il prezzo conveniente, non tutti i consumatori sono rimasti soddisfatti dell’offerta della famosa catena di supermercati tedesca. Molti, infatti, hanno ritenuto l’iniziativa ripugnante e incomprensibile. «Una tavoletta di cioccolato di pessima qualità costa tre volte di più» ha asserito una cliente indignata sul suo profilo Facebook. Anche Silke Schwartau, capo del dipartimento di nutrizione della sede di Amburgo, si è detta contraria alla campagna promozionale. «Edeka si è data la zappa sui piedi da sola, lancia un messaggio sbagliato e fuorviante, e cioè che il benessere degli animali non conti nulla.»

La risposta di Edeka

La catena di supermercati tedesca si è difesa asserendo che l’iniziativa non avrebbe intaccato in alcun modo i diritti e i guadagni degli allevatori iniziali. Anzi, i prezzi accessibili avrebbero proprio lo scopo di colpire il commercio all’ingrosso e al dettaglio. Stando a quanto affermato dai portavoce di Edeka, che si è espressa sui social per rispondere ai dubbi degli utenti, all’allevatore verrebbe pagata una quota, parte della quale destinata al miglioramento delle condizioni degli animali. Come ciò giochi a favore di questi ultimi, spesso costretti a vivere in condizioni disumane, ancora non ci è dato sapere. Infatti, per quanto di forte impatto in termini economici, la campagna non può che avere come unico esito la svalutazione del prodotto finale. Inoltre, se si dà uno sguardo alle brochure delle altre catene alimentari tedesche, è facile capire che i prezzi della carne di altri supermercati siano meno vantaggiosi, ma la differenza è minima. Da Rewe, infatti, le cosce di pollo costano 25 centesimi ogni 100 grammi, da Kaufland 23 e da Lidl 20.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK 

Immagine di copertina: © Pixabay CC0

 

 

Federica Zeppieri

Viaggiatrice instancabile e lettrice insaziabile, amo tutto ciò che rappresenta evasione fisica e mentale. Gli aeroporti e le librerie sono i miei luoghi preferiti. Adoro la sabbia, l'odore della benzina, gli ostelli sovraffollati, le supercazzole, i film trash e la polemica fine a se stessa. I miei sport preferiti sono il disegno e il trekking in solitaria. Cervello germanico e cuore latino, di giorno passeggio per le strade di Berlino, di notte sogno il Brasile.

Leave a Reply