Al Berghain si sfidano 6 producer/dj in una notte: tra loro l’italiano LCAO (Michele Scarpetta)

Si intitola OneBeat Sample Slam ed è una particolarissima competizione tra producer  di elettronica. Ad ogni appuntamento, ad ognuno dei partecipanti, viene dato lo stesso sample di suoni su cui dovranno essere in grado di costruire una propria composizione inedita. Ad organizzare è One Beat. Sabato 9 luglio dalle 20.30 in poi, presso la Katine am Berghain, avverrà il quarto appuntamento di questa originale sfida musicale. A fronteggiarsi saranno sei produttori: Bloomfeld, EL’ MNTL Kaltnbrunnr aka BEU, Biljana Pais, Denio Diggital e l’italiano LCAO, acronimo dietro cui si nasconde Michele Scarpetta (qui per ascoltarlo su soundlcloud)

13256006_1114299411942041_5441159780826092177_n

LCAO. «Oltre a strumentazione elettronica indosserò una chitarra elettrica nera per il live. Il progetto LCAO nasce dalle mie due grandi passioni: la musica e la chimica. Videoclip, titoli, grafica attingono da concetti che ho amato particolarmente studiando. L’idea è quella di utilizzare la creazione digitale come linguaggio utile a riassumere le mie fascinazioni verso differenti generi musicali: la new wave, il post-rock, il dub e l’elettronica, con escursioni negli ambienti del pop, del jazz, dell’hip hop, del cantautorato e dell’r&b. Le molteplici suggestioni sono amalgamate applicando una sorta di mentis scientifica al tutto». Michele Scarpetta ha un passato da tecnico del suono: «Sono nato in provincia di Salerno nel 1984 ed ho vissuto fino a 24 anni nel mio piccolo paese, Roccapiemonte, sostanzialmente studiando, fino alla laurea in chimica. Da adolescente ho capito che i dischi avrebbero condizionato la mia vita ed ho cominciato a studiare chitarra moderna. Suonavo post rock, new wave…dopo illuminazioni da Mogwai prima, David Sylvian e anni ’80 poi. Nel 2009 nella convinzione di far entrare la musica nel mio quotidiano ho iniziato un corso biennale di tecnico del suono e da lì un percorso ancora in atto fra fare il fonico, produrre e confezionare suoni con competenze tecniche, scoprire e sposare la causa del linguaggio della musica elettronica. Nel 2015 succedono le cose con il mio progetto LCAO: pubblico un EP ed un full-album, Forbidden Transitions, con un’etichetta portoghese-tedesca con titoli e grafiche ispirati dalla meccanica quantistica. Alcuni dei pezzi sono passati su radio show di artisti e collttivi importanti come Rui Vargas, Jazzanova e CDR Berlin mentre il videoclip di Allowed Transitions ha partecipa toa due film festival, uno a Torino ed uno ad Honk Hong». Da alcuni mesi Michele abita a Berlino: «Ma non ci ho ancora mai suonato ed addirittura non sono ancora mai entrato al Berghain, nonostante mio fratello (l’artista Gennaro Scarpetta ndr) abbia vissuto per un po’ nella capitale tedesca. C’è una prima volta per »

OneBeat SampleSlam #4 – Berlin

Sabato alle ore 20:00

Kantine am Berghain

Rüdersdorfer Str. 70,

10243 Berlino

Evento Facebook

Ingresso: 10 €

 

Leggi anche: Vuoi entrare al Berghain? Prova Berghaintrainer, il test online per superare la selezione all’entrata

banner3okok (1) Photo © Pixabay

Related Posts

  • 10000
    Certe contaminazioni estetiche possono avverarsi solo a Berlino. Dal 3 luglio è online Black Mountain, corto sperimentale dalla durata di circa dieci minuti liberamente ispirato al Parsifal, il capolavoro di Richard Wagner andato in scena per la prima volta nel 1882. Nel cast, davvero d'eccezione, figurano due personaggi simbolo del panorama musicale berlinese: il…
  • 10000
    I bouncer del Berghain sono notoriamente difficili da impressionare, si sa. E così, essere respinti di fronte alla dura selezione del club più famoso di Berlino è un'esperienza capitata presto o tardi a tutti quelli che hanno provato ad accedere al tempio della techno. Nel folle proliferare di guide, vademecum,…
  • 10000
    Vi avevamo già raccontato del Watergate, il club di Berlino con una splendida terrazza sulla Sprea e due sale dove si può ascoltare ottima musica. Si tratta di uno dei locali più famosi della capitale e vanta una fila all'ingresso che fa concorrenza a quella del Berghain, il locale-leggenda di Berlino. Sono proprio…
  • 10000
    L'etichetta musicale Raster-Noton festeggia 20 anni di attività. E per farlo porta al Berghain White Circle, un'installazione già presentata presso la ZKM (Centro per l'arte e la tecnologia dei media) di Karlsruhe lo scorso marzo. L'opera. È composta da una serie di lampade alte e sottili come steli di piante che delimitano…
  • 10000
    Il Berghain è il club più famoso di Berlino. Complici l'atmosfera e la musica techno, il locale si è conquistato una fama più unica che rara, tanto da meritare, qualche giorno fa, che una lista dei drink rubata venisse messa in vendita su eBay. Riuscire a entrare o capire i…

Leave a Reply