Dallo Schwuz al Berghain, i 10 bagni dei club di Berlino più famosi e perché

WC

Se pensiamo a Berlino, gli articoli dedicati alla capitale tedesca sono infiniti: 10 cose da fare a Berlino, 10 ristoranti da provare, i 10 club in cui andare, le migliori passeggiate, ecc.

Oggi ci occuperemo di una lista un po’ diversa dal solito: passeremo in rassegna i bagni dei club berlinesi più conosciuti. I bagni dei club di Berlino rappresentano un po’ lo spirito della capitale, non seguendo nessun tipo di convenzione o regola. Gabinetti imbrattati, pieni di etichette e disegni, scassati e caratterizzati da quello stile underground che contraddistingue la città e affascina tutti i suoi frequentatori con uno stile unico (ps: avete letto la storia di Das Klo, il bar di Berlino dove tutto è a tema WC ?

Qui una lista dei più rappresentativi.

1. SchwuZ

Electronicbeats li considera i migliori bagni dei club berlinesi. Sono divisi in cabine, e sono ovunque. Al loro interno ci sono piccoli tavolini per appoggiare la borsa o la birra mentre si sbrigano i propri bisogni. I bagni sono piuttosto spaziosi, in due ci si entra facilmente.

#schwuzberlin #Mehringdamm #toilette #party#queer

A post shared by DavidGyuricska (@gyuricska_david) on

//www.instagram.com/embed.js

2. Berghain

I servizi di Berghain sono minimal: non ci sono mensole per appoggiare il cellulare o la borsa e il WC è fatto di metallo, per rendere più veloce le operazioni di pulizia. Durante le serate lo staff si impegna a pulirli di continuo, e già questo porta il locale al podio della nostra rassegna. Il bagno principale è un punto di incontro vero e proprio: puoi fare nuove amicizie, sederti sui divani sgangherati e fumarti una sigaretta. A volte le conversazioni si fanno interessanti e i poveretti che stanno in coda sono costretti ad aspettare per interminabili minuti il proprio turno. I servizi del piano inferiore si trovano vicino alla sala da ballo principale e sono un classico. Tutti almeno una volta ci siamo seduti in quei divani per decidere se andare a casa o ributtarci nella mischia. I servizi al piano terra sono invece meno affollati.

#berghaintoilets

A post shared by Oded Korach (@odedkorach) on

//www.instagram.com/embed.js

3. Tresor

Nulla di particolare da segnalare, se non la quantità. Le cabine sono tante, l’attesa poca, un lusso se si pensa alla situazione generale dei bagni nei club di Berlino.

#tresortoilette #toiletten #zella #club#berlin

A post shared by lil_ish (@lil_ish) on

//www.instagram.com/embed.js

4. Kit Kat Club

Kit Kat è famoso per la sua disinibizione: corpi seminudi e nessun tipo di limite nello stile. I bagni permettono un momento di riposo dalle danze sfrenate. La security controlla i bagni frequentemente, il che può essere sia positivo che negativo. Potresti infatti essere interrotto bruscamente, ma allo stesso tempo il bagno si libererà in fretta nel caso tu abbia urgenze.

//www.instagram.com/embed.js

5. Salon Zur Wilde Renate

Renate è una casa: ci sono stanze, letti e bagni. Non c’è una distinzione vera e propria tra la sala da ballo e i servizi, quindi presta sempre attenzione a dove ti siedi o cammini. Un approccio tutto particolare ed ecclettico al concetto di bagno. C’è chi lo ama e chi invece dice “divertente all’inizio, ma dopo un po’ stanca”. Lasciamo a voi il verdetto finale.

//www.instagram.com/embed.js

6. Club der Visionäre

Praticamente tutto il club è un bagno, perché vicino all’acqua. I bagni, poi, assomigliano al club, perché sono piccoli e in uno stato di abbandono.

//www.instagram.com/embed.js

7. Griessmühle

La cultura underground diventa palese nei bagni del Griessmühle: sudici, crudi e all’avanguardia nella loro semplicità. La serratura è spesso rotta e obbliga a tenere la porta chiusa con una scarpa, a volte non permettendo di centrare con precisione il buco. La coda è sempre lunga, molti restano ad aspettare il loro turno ignari del fatto che ci sono delle altre toilettes in fondo al corridoio. Trovare un bagno libero e subito disponibile alle 5 del mattino regala soddisfazioni.

//www.instagram.com/embed.js

8. OHM

Si tratta del fratello minore di Tresor, e si trova nello stesso edificio, l’x centrale elettrica Kraftwerk. Quando la costruzione era usata come centrale elettrica, il locale fungeva proprio da bagno: le piastrelle bianche ricoprono ancora l’intera sala come chiunque ci sia stato può confermare. Insomma, sembra un unico, grande bagno dove però si balla.

im not a dj

A post shared by ༼ ༎ຶ ෴ ༎ຶ༽ (@fluchtreflex) on

//www.instagram.com/embed.js

9.  Golden Gate

Se cercate un party selvaggio, Golden Gate è il posto che fa per voi. Qui il weekend può durare fino a martedì. Per quanto riguarda i bagni, girano voci che ci siano all’interno del club dei depositi di WC per cambiare quelli che vengono rotti ogni fine settimana.

#tanzen ist #beten mit den #füßen #sospieltdasleben #berlinstyle #rockon

A post shared by LindA auf Sendung (@linda_auf_sendung) on

//www.instagram.com/embed.js

10. Chesters

Le porte dei bagni di Chesters sono di vetro. Non c’è bisogno di aggiungere altro.

2014

A post shared by Galcher Lustwerk (@lustwerk.music) on

Immagine di copertina: © Bagno, Free-PhotosCC BY-SA 0.0

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

 

Leave a Reply