Il canto di Lorelei, la poesia di Heinrich Heine dedicata alla sirena del Reno

©Photo by Vincent Anderson on Unsplash

Le sirene nella letteratura mondiale

Omero, Dante Alighieri, Franz Kafka, Bertolt Brecht: sono questi i nomi di alcuni di quegli autori celebri che, nelle loro opere, hanno trattato delle sirene, creature leggendarie metà donne e metà pesci. Anche Heinrich Heine, poeta tedesco di origini ebraiche dedicò una poesia a una sirena in particolare, la bellissima sirena del Reno, Lorelei.

Il significato della poesia di Heinrich Heine, Il canto di Lorelei

Heinrich Heine dedica i versi della sua poesia alla sirena Lorelei, la bellissima ragazza dai capelli lunghi e biondi che, da una roccia del fiume Reno, ammalia i marinai col suo canto soave distraendoli così dalle insidie del fiume Reno e causando così la loro morte.

Il canto di Lorelei di Heinrich Heine

Io non so che voglia dire
che son triste, così triste.
Un racconto d’altri tempi
nella mia memoria insiste.

Fresca è l’aria e l’ombra cala,
scorre il Reno quietamente;
sopra il monte raggia il sole
declinando all’occidente.

La bellissima fanciulla
sta lassù, mostra il tesoro
dei suoi splendidi gioielli,
liscia i suoi capelli d’oro.

Mentre il pettine maneggia,
canta, e il canto ha una malia
strana e forte che si effonde
con la dolce melodia.

Soffre e piange il barcaiolo,
e non sa che mal l’opprima,
più non vede scogli e rive,
fissi gli occhi ha su la cima.

Alla fine l’onda inghiotte
barcaiolo e barca… Ed ahi!
Questo ha fatto col suo canto
la fanciulla Lorelei.
(traduzione del poeta Diego Valeri)

Das Lied der Lorelei von Heinrich Heine

Ich weiß nicht was soll es bedeuten,
Dass ich so traurig bin;
Ein Märchen aus alten Zeiten,
Das kommt mir nicht aus dem Sinn.

Die Luft ist kühl und es dunkelt,
Und ruhig fließt der Rhein;
Der Gipfel des Berges funkelt
Im Abendsonnenschein.

Die schönste Jungfrau sitzet
Dort oben wunderbar;
Ihr goldnes Geschmeide blitzet,
Sie kämmt ihr goldenes Haar.

Sie kämmt es mit goldenem Kamme
Und singt ein Lied dabei;
Das hat eine wundersame,
Gewaltige Melodei.

Den Schiffer im kleinen Schiffe
Ergreift es mit wildem Weh;
Er schaut nicht die Felsenriffe,
Er schaut nur hinauf in die Höh.

Ich glaube, die Wellen verschlingen
Am Ende Schiffer und Kahn;
Und das hat mit ihrem Singen
Die Lore-Ley getan.

La composizione musicale di Franz Liszt sui versi della poesia di Heine

I versi poetici di Heinrich Heine hanno ispirato molti compositori musicali come Mendelssohn, Schubert, e Schumann. Anche il compositore ungherese Franz Liszt prese ispirazione dalla poesia Il canto di Lorelei di Heine e ne realizzò un adattamento musicale. La melodia di Liszt è diventata una delle composizioni tedesche più famose al mondo e ve la proponiamo qui di seguito.

 

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply